Sberla ha una nuova casa e una bella famiglia

Sono arrivati insieme il 20 dicembre 2017: Sberla e Stich erano padre e figlio e per un bel po’ di tempo avevano vissuto relegati in un recinto di pochi metri quadrati, senza tettoia e con un’unica cuccia, assolutamente insufficiente ad ospitarli entrambi. A suon di morsi si contendevano pasti ed acqua, peraltro non quotidianamente garantiti e quando sono arrivati in rifugio zampe e musi portavano i segni di morsi ripetuti.

Stich è stato adottato dopo pochi mesi, mentre Sberla, che ha ormai raggiunto i 9 anni, ha dovuto attendere un po’ di più, ma alla fine è arrivato Diego, un gentile e distinto signore, anch’egli non più giovane, che di Sberla ha subito apprezzato la docilità e il carattere. Per un uomo da sempre abituato ad animali di grande taglia Sberla è parso il cane perfetto: ha le dimensioni preferite, è affettuoso e gode di ottima salute e quindi può fare lunghe passeggiate senza problemi.

Sberla vivrà a Belluno, in una casa con un bellissimo giardino a disposizione, ma soprattutto circondato da gentilezza, rispetto e attenzioni: una condizione di vita che lo ripagherà delle sofferenze patite.

I commenti sono chiusi