Sarai di nuovo… Mia?

Una delle nuove arrivate in casa Apaca si chiama Mia ed è una cagnotta bionda dallo sguardo gentile. È una meticcia di taglia medio-grande che sembra essere stata catapultata in rifugio direttamente da qualche romanzo dedicato alla sensibilità canina.

È giunta in Apaca dopo alcuni anni di detenzione senz’altro inadeguata ma, comunque, senza aver subito maltrattamenti. Mia dimostra di avere una buona indole verso le persone e gli altri cani, rivelando una dolcezza e un’affettuosità disarmanti. Ha vissuto la maggior parte del suo tempo all’esterno però ha conosciuto anche l’esistenza in un’abitazione e per questo motivo sa essere molto educata e si trova a proprio agio tra le pareti domestiche.

A un cane poco importa la bellezza del luogo in cui è tenuto, gli basta avere accanto a sé la persona preferita. Va da sé che l’ambiente in cui vive dovrà essere adatto alle sue caratteristiche e alle sue esigenze ma ciò che veramente importa è che possa condividere tempo, esperienze, passeggiate, giochi e coccole con quella che considera la sua famiglia. Mia sembra voler cercare ancora tutto questo mentre ti punta addosso i suoi benevoli occhi ambrati, aspettando una carezza da dietro le sbarre del box. Le piace andare a spasso, non ha problemi con il guinzaglio ed è serena quando passeggia insieme ai volontari. Una cagnolona dai modi delicati nonostante una presenza un po’ massiccia, una garbata, piccola gigantessa. Questa è Mia, che ha iniziato con una famiglia della Valbelluna il percorso di conoscenza, una famiglia che la potrà prendere con sé e che la potrà chiamare per sempre in questo modo, Mia di nome e di fatto.

I commenti sono chiusi.