Il rifugio

L’associazione ha costruito e gestisce un rifugio per cani randagi, abbandonati o maltrattati al civico 34/H di via Caduti 4 settembre 1944, in zona aeroporto del Comune di Belluno.

Il canile-rifugio può ospitare circa 50 cani, sistemati in cucce coibentate poste in box ampi, dotati di copertura e pannelli antivento. Durante l’estate l’ombreggiatura è assicurata da una ricca vegetazione. Le strutture di ricovero sono circondate da ampi spazi destinati alla sgambatura quotidiana.

Il rifugio è dotato di locali riscaldati per il ricovero dei cani ammalati o che necessitano di un periodo di isolamento.

LUC_8734 copia (Small)

I cani ospitati nel rifugio sono quotidianamente accuditi e curati. Tutti vengono microchippati, sverminati, vaccinati ed eventualmente sterilizzati. Il rifugio è convenzionato con ambulatori veterinari che, oltre a prestare le cure necessarie ai cani, periodicamente verificano lo stato di benessere degli animali e le corrette condizioni igienico-sanitarie della struttura.

L’obiettivo dell’associazione è promuovere e favorire l’adozione dei cani ospitati e allo scopo di limitarne la permanenza in rifugio ne cura, qualora necessario, anche l’educazione e il recupero, avvalendosi di esperti di comportamento animale. Oltre a Manuela Viezzer, responsabile del canile-rifugio, attualmente collaborano con APACA la dott.ssa Elena Zanardo e la veterinaria comportamentalista dott.ssa Claudia Marcolongo.

Domande frequenti sugli aiuti alimentari e non per il rifugio.
Bollettino di c/c postale per donazione al canile-rifugio




“Beata la persona che si è meritata l’amore di un vecchio cane”
(Sydney Jeanne Seward – artista)

I commenti sono chiusi