Una rassegna culturale canina, il Dog Film Festival

Per i creativi amanti dei cani è nato quest’anno il primo Dog Film Festival italiano (negli USA c’è già da qualche anno), una rassegna dedicata agli amici scodinzolanti e ai loro proprietari con l’interesse verso i racconti per immagini video e su carta, organizzato dalla società cooperativa Artix di Roma, con il patrocinio della Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani e della Croce Rossa Italiana.

Si tratta di un concorso aperto a specialisti o semplici appassionati di contenuti video e di scrittura, che ha per tema i cani e il rapporto speciale che si crea fra i loro e gli esseri umani. Un rapporto che sa mostrare affetto, dolcezza, cura ma anche molta conoscenza attraverso la quale diffondere storia, arte, letteratura… in una parola, cultura. Quanti film, libri, saggi, poesie, studi che hanno per protagonisti emozionanti storie di cani e persone sono stati infatti realizzati e continuano a essere amati dal pubblico? Il Dog Film Festival dà l’opportunità a chi lo fa per lavoro o per hobby di raccontare il legame unico con i cani, e farlo attraverso la cultura (compresi racconti come quelli raccolti da Apaca nei due libri pubblicati) è un’idea particolarmente stimolante.

Il 15 marzo è partita la selezione delle opere per le categorie professionisti, amatori e writers e c’è tempo fino al 30 maggio per rispondere ai bandi e inviare le proprie realizzazioni: dal 5 al 25 giugno saranno valutate da un’apposita giuria che deciderà quali saranno le più meritevoli, le quali verranno premiate infine l’8 luglio. La manifestazione prevede inoltre due sezioni fuori concorso, una riservata alle opere audiovisive che hanno narrato in modo significativo vicende canine al cinema o in televisione e l’altra che dà riconoscimento al contributo che i cani offrono alla società umana attraverso la pet therapy, le attività di indagine e di controllo e l’intervento in operazioni di soccorso e assistenza.

Indole canina e ingegno umano dunque si incontrano e si stringono la mano all’interno di questa nuova rassegna, la quale valorizza un sentimento che uomini e cani sembrano condividere fin da quando si sono conosciuti, l’empatia. E a proposito di comprensione reciproca, Il Dog Film Festival vuole anche sensibilizzare partecipanti e sostenitori sul problema spinoso dell’abbandono, promuovendo una campagna sui social media rivolta all’importanza di saper accudire con consapevolezza e responsabilità un animale fedele come il cane: insomma, una molteplicità di spunti e ispirazioni per scatenare la fantasia e omaggiare lo spirito di cooperazione e complicità che avvicina da sempre cani e umani, rendendo splendida la loro millenaria amicizia.

I commenti sono chiusi.