Una bella bevuta…consapevole

Il caldo di questo periodo, soprattutto se le giornate estive sono accompagnate da solleone e afa, fa salire di molto il bisogno di trovare refrigerio e sollievo bevendo un bel po’ di acqua fredda, e questo vale anche per i nostri amici cani. Ma come dissetarli correttamente, rispettando il loro fabbisogno di liquidi?

Secondo il parere dei veterinari i cani generalmente necessitano di circa 50-65 millilitri d’acqua al giorno per ogni chilogrammo di peso. Questo significa che un cagnolino di taglia mini, ovvero circa 5 chili, avrà bisogno di bere 250-325 millilitri di acqua, una taglia piccola di circa 10 chili dovrà berne 500-650 millilitri, un cane di taglia media 1-1,3 litri per circa 20 chili di peso e un cagnone di taglia grande 2-2,6 litri per circa 40 chili. Le stime variano ovviamente in base al peso effettivo di ogni cane, queste cifre sono indicative e suggeriscono i valori generici in riferimento alla taglia dell’animale.

Oltre al peso, diversi sono infatti i fattori da tenere in considerazione per idratare nel modo migliore il proprio cane, come per esempio la sua età, la tipologia e la sapidità del cibo che mangia, la temperatura dell’ambiente dove si trova. È poi indispensabile conoscere il suo stile di vita, per esempio se l’animale svolge molta o poca attività fisica o se è afflitto da patologie partcolari. In estate in particolare bisogna fare attenzione affinché il cane abbia sempre la possibilità di bere acqua fresca, non soltanto in casa ma anche se viene portato a spasso o a fare passeggiate più lunghe, trekking o corse sulla spiaggia, avendo comunque l’accortezza di non uscire nelle ore più calde e portando sempre con sé un contenitore e dell’acqua pulita da poter dare al cane in qualsiasi momento.

A proposito di bisogno di acqua, l’Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali, in agosto ha lanciato una campagna di sensibilizzazione a sostegno dei randagi, dando una serie di consigli per proteggere gli animali dalle giornate più roventi e soprattutto invitando tutti a lasciare a disposizione bacinelle, ciotole e secchi riempiti d’acqua per i cani e i gatti che vivono in strada e per la fauna selvatica che potrebbe trovarsi in difficoltà. Un pensiero rivolto alla collettività per venire in aiuto di tutti gli animali che quest’estate potrebbero soffrire e persino rischiare la vita a causa della disidratazione e del caldo torrido. Anche i nostri ospiti dell’Apaca cercano ristoro in questi giorni, ed è così confortante vederli tuffare teste e musetti nei secchi pieni d’acqua pulita felici e soddisfatti dopo la passeggiata, qualcuno anche dopo essersi fatto una nuotatina nel Piave, un buon rimedio anche questo per combattere le temperature elevate senza rinunciare al divertimento e all’esplorazione. Cose che un cane sa trovare in una ciotola dissetante e anche dentro a un fiume.

I commenti sono chiusi.