La morte di Martina ha lasciato un grande vuoto

Martina e Betty, due cani con vite parallele: quasi la stessa età – 13 anni Martina, 10 Betty- , entrambe abbandonate nel territorio di Quero, tutt’e due recuperate dal canile sanitario lo stesso giorno, il 4 gennaio del 2010, e  poco dopo trasferite nel rifugio di Apaca, dove hanno trascorso 8 anni insieme nello stesso box.

Venerdi la vita di queste due meticce è stata separata per sempre, perchè Martina se n’è andata a causa di un’insufficienza renale che non le ha dato scampo. Da poco più di un anno aveva allentato la sua avversione per gli umani ed iniziato a godersi le passeggiate: accettava carezze e spazzolature senza grande entusiasmo, ma sembrava meno spaventata dalla vita. Neppure con Betty – la sua compagna di sempre – si era mai sentita a proprio agio e le distanze di rispetto erano sempre molto grandi: una convivenza, però, sempre pacifica, che diventava alleanza quando arrivava qualche nuovo cane da accogliere con la giusta dose di autorità che derivava loro dalla lunga militanza in rifugio.

Nessuno ha mai preso in considerazione un affido, mentre non sono mancate le adozioni a distanza: perchè Martina ispirava la triste tenerezza che spesso si prova per gli esseri che sanno stare soltanto da soli e che si fanno aiutare solo da lontano. Un periodo più lungo di passeggiate e contatti con i volontari le avrebbe certo tolto ancora un po’ di diffidenza: ma solo una famiglia l’avrebbe potuta riscattare dalla paura di vivere. Un’opportunità che la vita non le ha dato.

Ciao Martina.

I commenti sono chiusi