La giornata di un volontario

Le persone che hanno deciso di fare volontariato presso il nostro rifugio rappresentano senza ombra di dubbio una componente fondamentale del sistema di gestione e cura dei cani ospitati e in generale di tutta la realtà che ruota loro intorno. Ma cosa fa esattamente un volontario all’interno di Apaca (vedi anche qui alla voce “volontariato”)?

La maggior parte si impegna a tenere il rifugio in ordine e di offrire compagnia, coccole e attenzioni ai cani accolti nei box. Un impegno quest’ultimo non da poco, dal momento che la presenza e il contatto sono aspetti fondamentali per lo sviluppo di socialità e fiducia in cani spesso impauriti, inselvatichiti o traumatizzati. Abituarsi a esperire una vicinanza costante con le persone permette di aiutarli a ritrovare un po’ di quella sicurezza negli umani che potrà servire ad incoraggiare un’eventuale adozione. Il lavoro di un volontario generalmente si svolge durante la mattinata, quando il rifugio è aperto anche ai visitatori che desiderano conoscere la realtà di Apaca o che sono alla ricerca di un compagno da prendere con sé. La giornata inizia con la pulizia dei box e la rimozione degli escrementi accumulatasi il giorno prima e nel corso della notte; l’acqua viene cambiata e le coperte delle cucce sostituite oppure stese all’aria e poi risistemate; le ciotole sono raccolte e portate al volontario che, a turnazione, si dedica al lavaggio.

Apaca ha pubblicamente ringraziato i volontari che hanno garantito la loro presenza anche durante i momenti peggiori della pandemia Covid-19

La seconda attività svolta con costanza è la passeggiata insieme ai cani. Indossato il gilet giallo fluorescente – che rende riconoscibili e spiega cosa stiano facendo quelle “macchie” fosforescenti con cane al seguito grazie alla scritta “Apaca in passeggiata” – si parte con uno dei cani non problematici, con cui la maggior parte dei volontari può uscire. I cani con qualche problema comportamentale sono affidati, invece, a volontari specificamente formati. Ogni cane ha così la possibilità di muoversi fuori dal box e fare ciò che gli viene meglio: annusare, curiosare, esplorare il mondo esterno, cioè la zona circostante: di fatto, ogni camminata è diversa, qualcuno mostra entusiasmo e coraggio, qualche altro paura o diffidenza.

Il rifugio dispone anche di due aree di sgambamento piene di verde, dove i cani possono essere lasciati liberi di correre e giocare: coccole e spazzolatura sono invece attività che si compiono soprattutto nei boxes.

Altri contributi che i volontari offrono al rifugio sono: la cura del verde e dei viali, la pulitura della ghiaia a mezzo di una speciale apparecchiatura che elimina feci e sporcizia, la pulizia dei boxes di infermeria e delle stanze della sede, lo smaltimento della raccolta differenziata, il lavaggio dei collari, delle pettorine, dei guinzagli e delle coperte sporche, lo stoccaggio dei sacchi di crocchette e dell’umido e l’esecuzione di piccole riparazioni. C’è anche chi dedica un bel po’ di tempo alla stesura degli articoli per il sito e dei post sui social media o si preoccupa di acquistare e somministrare i farmaci, di portare i cani alle visite veterinarie, di effettuare le visite che anticipano l’affidamento di un cane o quelle che verificano il suo stato di detenzione dopo qualche mese.

Come si può capire, sono numerose e molto diverse le azioni che un volontario può compiere per essere di sostegno all’associazione e tutti lo fanno con passione, assiduità e premura, nonostante le mille incombenze che ognuno si trova a dover gestire nella propria quotidianità: che piova, nevichi o ci sia un sole cocente, durante i giorni di festa o di domenica, in Apaca si trova sempre qualcuno che affianca il responsabile di giornata ed è disponibile a dare una mano. Fare volontariato in un rifugio per cani è senz’altro un’esperienza che arricchisce, avvicina le persone ai cani ma anche alle altre persone: lo sanno bene i volontari che, tra una sistemata ai box e un giro nei dintorni, trovano anche l’occasione per raccontarsi pensieri, esperienze, storie in compagnia di un cane… la semplicità di un gesto di solidarietà così amorevole come l’assistenza ai cani di un rifugio si riflette anche in questi momenti in  cui si condividono un caffè e tanto affetto verso gli animali.

I commenti sono chiusi.