Il perchè degli occhi “languidi” del cane

Molti mammiferi possono produrre espressioni facciali e quelle degli animali da sempre sono state considerate più o meno volontarie manifestazioni di stati emotivi, non di rado collegate alla richiesta di cibo.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Portsmouth (Gran Bretagna) ha voluto verificare questa teoria e ha fatto interagire 24 cani con uno dei ricercatori in quattro situazioni differenti: mentre il ricercatore era rivolto verso i cani, con o senza cibo tra le mani, e mentre dava loro le spalle, prima con e poi senza cibo.

Una prima conclusione è stata che il cibo non influenza il comportamento dei cani, mentre ciò che davvero conta è trovarsi faccia a faccia con l’essere umano. Da qui il risultato: i cani utilizzano le espressioni che, per esperienza millenaria, sanno che non ci lasciano indifferenti (come quella “da cucciolo” con gli occhi sgranati) non per guadagnarsi cibo o manifestare uno stato emotivo ma bensì per ottenere la nostra attenzione e stabilire un contatto.

Probabilmente, sarà la prossima ricerca a dirci se queste espressioni “facciali” siano consapevoli e intenzionali oppure no…ma, in realtà, noi non dobbiamo assolutamente attendere perchè la risposta già la conosciamo!

I commenti sono chiusi