I bimbi della scuola di Fiammoi e…i cani

Un percorso davvero completo ed originale quello cantierato dalla classe terza della scuola primaria di Fiammoi (Bl) nell’ambito del progetto “Scuola Attiva”. Grazie alle maestre Cristina Tison, Mirian Tonchia e Caterina Tripodi, i bambini hanno potuto vivere un’esperienza coinvolgente, entrando in relazione con Tea e con il mondo complesso e straordinario dei cani.

Il percorso e i risultati raggiunti sono stati raccolti in un bel opuscolo, ricco di disegni e di immagini ma anche di pregevoli contenuti, tra i cui i commenti e le impressioni dei bambini. Tantissimi i temi affrontati: dalla scheda scientifica del cane al ruolo del veterinario, dalla storia della domesticazione al cane nell’arte e nelle attività di ausilio all’uomo, dalle specificità etologiche ai reati più odiosi contro gli animali: l’abbandono e il maltrattamento. Tra le soluzioni proposte per rendere migliore la relazione uomo-cane c’è anche l’adozione dai canili e, in particolare, dal rifugio di Apaca, che aveva aderito di buon grado al percorso proposto dalla scuola primaria “E.Rudio” di Fiammoi con due moduli, uno in aula e uno presso il canile di via Caduti 14 settembre 1944. Purtroppo le restrizioni dell’emergenza Covid-19 hanno impedito l’incontro con i bambini e con le loro maestre, ma ruolo e funzioni di Apaca sono state ugualmente ben focalizzate dal gruppo.

Un’iniziativa non solo lodevole, ma di grande qualità didattica, con un coinvolgimento motivante dei bambini in tutte le fasi del percorso, dall’iniziale indagine statistica sull’animale preferito fino al laboratorio all’aperto con Tea (nella foto insieme alla classe), dalle ricerche storiche ed artistiche sul rapporto uomo-cane alla definizione dei contenuti del rispetto etologico e dei diritti del cane, un essere vivente “la cui vita non ha prezzo, così come la sua libertà”.

I commenti sono chiusi.