CURIAMOLITUTTI: farmaci LAV per i cani del rifugio

131 tra farmacie e parafarmacie e 88 strutture veterinarie; centinaia di farmaci veterinari inutilizzati e farmaci da banco veterinari raccolti, oltre a donazioni in denaro che permetteranno di aiutare tanti animali.
È questo bilancio della campagna CURIAMOLITUTTI promossa da LAV in tutta Italia. Tra le 131 farmacie c’erano anche le farmacie Boco, Chimenti e Dolomiti di Belluno, dove i volontari bellunesi si sono impegnati a raccogliere farmaci e donazioni che la sezione LAV coordinata da Kelly Callegher ha poi deciso di devolvere al canile-rifugio di Apaca.

In pratica, è il primo banco farmaceutico veterinario che viene predisposto in Italia, un’iniziativa di solidarietà che è stata patrocinata dal Ministero della Salute e dalla Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (FNOVI).

Per i canili-rifugio come Apaca il costo dei farmaci veterinari è una voce che pesa molto sui bilanci, così come diventa una spesa proibitiva per le tante persone che oggi sono in difficoltà economica e che, a causa dei costi elevatissimi dei farmaci, non riescono a curare gli animali che spesso sono l’unica loro compagnia.

Grazie agli amici della LAV per aver pensato ai cani del rifugio e grazie ai bellunesi che hanno donato.

I commenti sono chiusi