Il testamento solidale

Altri tipi di testamento oltre l’olografo

Il testamento pubblico è l’unica forma di testamento possibile per chi non sappia o non possa scrivere. E’ necessario recarsi presso un Notaio, il quale, alla presenza di due testimoni, raccoglie e scrive le volontà dichiarate dal testatore.
Il testamento è conservato dal Notaio, che porterà a conoscenza dei terzi le volontà del testatore solo dopo la morte di questi.

Il testamento segreto è molto poco frequente. Viene redatto dal testatore seguendo sostanzialmente le regole del testamento olografo e chiuso in una busta sigillata, che viene consegnata al Notaio alla presenza di due testimoni. Il Notaio provvede a sigillare la busta nel momento in cui la riceve, scrivendovi sopra l’atto di ricevimento e, quindi, dando atto sia della consegna al Notaio, sia che si tratta di un testamento segreto.
Il testamento segreto può essere ritirato in ogni momento dal testatore dalle mani del Notaio presso il quale è stato depositato: il Notaio redigerà un verbale di restituzione sottoscritto dal testatore, da due testimoni e naturalmente dal Notaio.

Sono detti “speciali” i testamenti ai quali si può ricorrere in situazioni o condizioni particolari, quando cioè non è possibile redigere un testamento ordinario (olografo, pubblico, segreto). Le formalità da rispettare sono molto semplificate, ma la validità dei testamenti speciali cessa decorsi tre mesi dalla cessazione delle condizioni eccezionali che hanno giustificato la loro redazione.

continua la lettura o l’ascolto »»»

I commenti sono chiusi.