Dieci domande e dieci risposte

Il lupo italiano è una sottospecie diversa dai lupi grigi europei, quindi unica ed endemica della penisola italiana. L’ultima stima ufficiale (ISPRA) parla di una presenza del lupo in Italia compresa tra i 1.269 e i 1.800 individui: 180-200 si aggirerebbero sulle Alpi (ossia 1,5 esemplari ogni 100 chilometri quadrati) e i restanti soprattutto nelle montagne centro-settentrionali dell’Appennino.

All’inizio del 2018, in provincia è stata monitorata una ventina di esemplari suddivisi in tre branchi: il primo, con 8 animali di cui 6 cuccioli, nella zona della dorsale che va dal Col Visentin al San Boldo; il secondo, con 5 lupi di cui tre cuccioli, nella zona del Monte Grappa e l’ultimo, con 7 lupi e un’ampia cucciolata, nella zona compresa tra Livinallongo e la Val di Fassa. Esemplari in transito sono stati osservati in Cansiglio. (nella foto: ultimo lupo cacciato in Comelico alla fine del XIX° secolo (fonte: Wikimedia commons))

I commenti sono chiusi