Anche Apaca con i bimbi della pediatria di Belluno

Lunedì mattina, nel reparto di Pediatria e Patologia neonatale dell’Ospedale San Martino di Belluno, si è svolta la seconda delle cinque sedute di pet-terapy previste dal progetto avviato l’anno scorso grazie all’Abvs di Visome, un progetto che coinvolge anche Tamu, dolcissima Curly coated retriever di tre anni condotta dall’educatore/istruttore cinofilo Elena Zanardo, da molti anni collaboratrice di Apaca.

Uno degli incontri di Apaca nella scuola primaria

All’incontro di lunedì con i bimbi ospedalizzati ha partecipato – oltre al primario del reparto Stefano Marzini, alla caposala Marilisa Celato e alla psicologa Laura Furlani che è la responsabile del progetto – anche l’insegnante Barbara Tormen, il direttore del servizio veterinario Gianluigi Zanola e Franca Arlotti, da molti anni attiva volontaria di Apaca, che segue il progetto fin dal suo esordio presentando ai bambini gli straordinari legami che nascono tra cani che hanno sofferto e chi ha deciso di aiutarli.

Da tempo, il valore profondo dell’incontro tra chi si trova in difficoltà e l’animale è stato riconosciuto scientificamente e per questa ragione parecchi ospedali italiani hanno previsto la presenza degli animali vicino alle persone ospedalizzate: di questi pazienti non solo si migliora la qualità di vita, ma, in molti casi, si accelera anche il processo riabilitativo e di guarigione.

I commenti sono chiusi